Road to 2002


Il Road to 2002 racconta le prime avventure nel calcio europeo che conta dei protagonisti della serie. Tsubasa finisce al Barcellona, Kojiro alla Juventus mentre Genzo rimane all'Amburgo. Il manga è stato pubblicato da Shueisha tra il 2001 e il 2004 sulla rivista Weekly Young Jump. In seguito l'opera è stata ristampata in quindici volumi tankobon usciti tra giugno 2001 e agosto 2004. A causa di alcuni problemi legali con le federazioni calcistiche riguardo l'utilizzo di nomi, stemmi, stadi e fattezze di giocatori e squadre reali, non è mai arrivato ufficialmente in Occidente.

VOLUME 1

I tre principali talenti della generazione d’oro del calcio giapponese, ormai ventenni, si ritroveranno tutti nel durissimo calcio europeo nella stagione che sta per cominciare. Il pioniere Genzo Wakabayashi sta recuperando dal grave infortunio che nella stagione precedente ha portato il suo Amburgo ad arrivare solo settimo in classifica. Viene raggiunto dal suo ex compagno Karl Heinz Schneider, che lo invita ad andare al Bayern Monaco già campione di Germania: una squadra che verrà rinforzata da alcuni dei migliori talenti del World Youth, Levin della Svezia e Sho della Cina, oltre che con altre stelle internazionali. Genzo decide di rimanere all’Amburgo per sfidare questi grandi campioni e aggiudicarsi il campionato, centrando la rivincita.
Kojiro Hyuga grazie all’abilità della sua manager guadagna molti soldi attraverso le sponsorizzazioni, riuscendo a coronare il sogno di comprare una casa confortevole per la sua numerosa famiglia, ma soprattutto firma per la Juventus. Si trasferisce in Italia e alla prima conferenza stampa manifesta tutta la sua ambizione, dichiarando di voler laurearsi capocannoniere della serie A con il sodalizio torinese.
Le attese di tutti sono, tuttavia, per le mosse di
Tsubasa Ozora, che lascia in San Paolo e il Brasile dopo cinque anni di successi. Ha ricevuto offerte dai migliori club d’Europa e un tour con la neo moglie Sanae lo conduce a girare tutte le più grandi città del calcio. Ultima tappa, e quella che si rivela essere poi la sua scelta, è Barcellona in Spagna. Il gigantesco Nou Camp lo affascina, e basta un pallone sfuggito a un ragazzino per lanciarsi in campo. Verrà aggregato alla squadra B. Ma una prima sfida con tre difensori della prima squadra, Gonzales, Almieja e Fonseca, reduci da infortuni, viene vinta da Tsubasa che fa gol in rovesciata. Non così facile è misurarsi con il giocatore più forte della squadra, il brasiliano Rivaul, che gioca nel suo stesso ruolo: Tsubasa lo impegna subito all’uno contro uno, ma è costretto a ricorrere alle cure dei medici dopo il primo duello.

VOLUME 2

Nonostante la gomitata di Rivaul che l’ha steso, Tsubasa rientra pieno di energia ad allenarsi deciso a rubare tutti i segreti dell’asso brasiliano, compresa la tenacia. In partitella viene schierato tra le riserve e, dopo il potenziamento fisico svolto in estate, riesce a resistere alla marcatura di Fonseca meglio del loro primo scontro, ma perde il nuovo duello con Rivaul che, comunque, deve impegnarsi al massimo per avere la meglio. In seguito nei vari allenamenti Tsubasa viene sempre schierato tra i titolari, come ala destra, ala sinistra e infine centrocampista centrale, mostrando subito una grande intesa con Rivaul. Il mister Van Saal gli chiede quale sia il suo ruolo preferito, sentendosi rispondere a centrocampo, poi prende una decisione a sorpresa: Ozora giocherà nel Barcellona B, la seconda squadra. E la richiesta dell’allenatore è realizzare 10 gol e 10 assist per essere degno di rientrare tra i titolari.
All’Aeroporto di Torino, il giovane e talentuoso difensore italiano del World Youth,
Salvatore Gentile, saluta il suo nuovo compagno di squadra alla Juve Kojiro Hyuga, che resta impressionato dalle strutture e dalla storia della Juventus. Ma dopo aver passato le visite mediche, il preparatore Mazzantini scopre un grave dislivello nel suo equilibrio fisico e lo giudica incapace di giocare in serie A. Solo l’arrivo dell’allenatore Carlo Monetti evita una rissa, e all’attaccante giapponese il mister spiega che non gli importa delle sue condizioni fisiche, ma solo che segni tanti gol. In allenamento, di fronte alla concorrenza di attaccanti come capitan Delpi, Inzars, Trezagà e altri, dopo un esordio impacciato Kojiro è costretto a sfoderare fin da subito il suo nuovo “wild tiger shot”, perfezionato in estate, per bucare il portiere Van Der e recuperare considerazione.
Genzo esordisce in Bundesliga con il suo Amburgo contro il Werder Brema. Nonostante gli assalti dei talentuosi Shester, Margus e Victorino, il Sggk (Super Great Goal Keeper) riesce a mantenere la porta inviolata e serve perfino l’assist per il gol della vittoria.
Taro Misaki, investito da un autobus e recuperato forzosamente solo per la finale del World Youth, porta avanti con fatica il suo completo recupero fisico. La sua prossima mossa non sarà giocare in Europa ma nella J-League, massimo campionato giapponese.

Le 5 serie

  • Capitan Tsubasa - Tsubasa Ozora cambia città, vince un campionato nazionale delle scuole elementari, tre delle scuole medie, finché parte per il Brasile per essere allenato dal campione Roberto Hongo
  • World Youth - Tsubasa gioca nel San Paolo, con i compagni di squadra della nazionale del Giappone si qualifica al Mondiale Under 20 e lo vince contro il Brasile
  • Road to 2002 - Tsubasa firma con il Barcellona e scala il club catalano dalle riserve alla prima squadra, anche i compagni si cimentano con alterne fortune con il calcio professionistico europeo
  • Golden 23 - Tsubasa è ormai una colonna del Barca e lotta per la conquista della Liga, la nazionale si qualifica in extremis alle Olimpiadi
  • Rising Star - Ai Giochi, il Giappone di Tsubasa supera agilmente il girone di qualificazione e si candida come seria pretendente alla conquista della medaglia d'Oro

CAPTAIN TSUBASA © 1981 by Yoichi Takahashi All rights reserved. First published in Japan in 1981 by SHUEISHA INC., Tokio
Immagini, situazioni e personaggi qui rappresentati fanno parte di un iniziativa no profit
e sono perciò da intendersi come prive di scopo di lucro.

Salva